Home Turismo Castellaneta, Cosa Vedere, Cosa Fare, Storia, Informazioni Utili e Meteo

Castellaneta, Cosa Vedere, Cosa Fare, Storia, Informazioni Utili e Meteo

Castellaneta

Castellaneta è un paese pugliese, della provincia di Taranto, che vanta circa 17mila abitanti. Nel dialetto locale viene chiamata Castelanéte, ed è detta anche la Città del Mito.

 

Storia

Come la maggior parte dei paesi della Puglia, anche Castellaneta ha delle origini storiche molto antiche. In località Minerva, in località Montecamplo e in località Riva dei Tessali sono stati rinvenuti diversi manufatti e vasi che permettono di capire che la zona era già abitata sin dall’età del bronzo, parliamo del 2000-1000 avanti Cristo.

Il primo centro cittadino risale intorno all’anno 559, quando la zona prese il nome di Castanea. E mentre i Saraceni facevano razzia delle zone circostanti, Castanea continuò ad ingrandirsi e ad ospitare la popolazione dei paesi limitrofi. Il suo nome cambio prima in Castellum Unitum e successivamente in Castellanetum.

La cittadina fu dominata poi dai Normanni, dai Bizantini e ancora una volta dai Normanni. Nel 1200 divenne feudo di Carlo I d’Angiò che la trasformò poi in città Regia. Nel XIII secolo divenne di proprietà degli Aragonesi e successivamente ancora una volta degli Angioini.

Nel 1503 la popolazione locale aiutata da alcuni soldati spagnoli respinsero i soldati francesi del Duca di Nemours. Tale scontro prese il nome di “Sacco di Castellaneta”. Un atto eroico non da poco che Ferdinanco il Cattolico premiò intitolando il paese come “Fidelissima Civitas”.

Nel 1519 la città divenne di proprietà dei fiamminghi e nel XVII secolo fu acquistata dal marchese Carlo de Mari, feudatario di Gioia ed Acquaviva. Con tale acquisizione divenne Principe e governò assieme alla sua famiglia sino al 1806.

 

Cosa Vedere

Castellaneta si divide in due frazioni, una è quella marittima che prende il nome di Castellaneta Marina, l’altra è quella rurale che prende il nome di Gaudella. La frazione di mare, Castellaneta Marina ospita ogni anno migliaia di turisti sia italiani che stranieri ed ha una delle spiagge più belle ed attrezzate di tutta la Provincia di Taranto.

 

Chiesa San Domenico

E’ una delle chiese presenti nella zona antica. La sua struttura, ultimata nel 1861, presenta una facciata con due stili differenti. La parte alta è in stile Rinascimentale, il portale è in stile Barocco.

 

Chiesa di San Michele

Si tratta di una bellissima chiesa settecentesca che fu costruita dove terminava la parte vecchia del paese. Ad oggi si trova nel centro cittadino. Al suo interno è possibile ammirare alcune tele risalenti al Cinquecento ed al Settecento.

 

Chiesa San Francesco d’Assisi

La Chiesa San Francesco d’Assisi fu costruita nel lontano 1471. Fu costruita lontano dal paese ma ad oggi, grazie all’espansione cittadina, si ritrova inglobata nella parte nuova di Castellaneta. Al suo interno è possibile ammirare diversi capolavori artistici del Seicento e del Settecento. Tra le opere più importanti vi è la Vergine seduta in trono con il bambino di Girolamo di Santacroce.

 

Chiesa Santa Maria della Luce

La Chiesa Santa Maria della Luce è conosciuta anche con il nome di Maria Santissima Assunta ma anche come Santa Maria del Pesco. La chiesa fu costruita nel XIII secolo e mostra i tipici segni dell’arte gotica e angioina.

Sulla costruzione di questa Chiesa vi è una leggenda secondo la quale fu edificata da un capitano che si salvò da un naufragio dopo aver invocato l’aiuto della Madonna dell’Assunta. Ad avvalorare la tesi della leggenda vi è la forma della chiesa che, essendo su dislivelli, assomiglia al ponte di una nave.

 

Città Vecchia

Il vecchio borgo sorge sulla Gravina di Castellaneta, in una posizione strategica e decentrata. Girovagando per la parte più vecchia del paese si capisce subito che ha un impianto risalente al periodo medievale. Ci sono piccole stradine e vicoli molto stretti. La maggior parte delle strutture presenti mostrano lo stile architettonico del barocco.

 

Cattedrale

La Cattedrale di Castellaneta, detta anche Chiesa di San Nicola, fu costruita nel 1220 ma poi riedificata nel XVIII secolo. Dell’attuale struttura, solo il campanile appartiene alla vecchia chiesa. La facciata della Cattedrale è in stile barocco, al suo interno sono presenti tre tele di Carlo Porta risalenti al Settecento, importanti tele del Settecento e alcune tele di Domenico Carella di Martina risalenti agli inizi dell’Ottocento.

 

Palazzo Vescovile

Si trova nelle immediate vicinanze della Cattedrale ed è attualmente la sede del vescovado. Al suo interno è possibile ammirare un dipinto del Cinquecento del Santacroce oltre che a tanti altri interessanti tesori d’arte.

 

Palazzo Baronale

Il Palazzo Baronale di Castellaneta fu la sede del potere politico. Nel corso degli anni divenne prima un seminario e successivamente un convento di proprietà delle Monache Clarisse.

 

Siti Archeologici

Per gli amanti del passato, Castellaneta ha tanti siti archeologici da ammirare. Nella zona delle gravine ci sono diversi insediamenti rupestri, alcuni appartenenti all’alto medioevo.

Tra gli insediamenti rupestri di maggiore importanza vi sono Santa Maria del Pesco, Santa Maria del Soccorso e Santa Lucia, tutti nei pressi della Gravina di Castellaneta.

Nella Gravina di Coriglione troviamo Santa Maria di Costantinopoli e la cripta ipogea di Padre Eterno.

 

 

Cosa Fare

Nella stagione estiva sicuramente c’è una cosa da fare: godersi le bellissime spiagge di Castellaneta Marina e tutto il suo litorale che ogni sera si riempie di turisti che passeggiano tra i locali presenti. Ma oltre alle belle spiagge, al mare stupendo e pulito, ci sono diversi eventi a Castellaneta durante il corso dell’anno, alcuni sono da non perdere.

 

Sagra de ‘a farenedde

Si tratta di una sagra dove è possibile assaporare alcuni piatti tipici locali. Sarà possibile passeggiare nel borgo antico di Castellaneta e degustare mozzarelle e formaggi freschi, carne al fornello, focaccia e orecchiette oltre che la farenedde, una farina che come vuole la tradizione viene ricavata dalla macinazione di ceci e orzo.

 

Falò di San Giuseppe

La festa del falò di San Giuseppe, detto anche a fanove, si tiene il 19 marzo. In tutto il paese si accendono dei piccoli falò e vi è anche un albero della cuccagna.

 

Riti della Settimana Santa

Come nella maggior parte dei paesi della Provincia di Taranto, anche a Castellaneta vi sono i Riti della Settimana Santa. Si inizia il giovedì santo con la visita ai sepolcri per poi continuare con la processione dei Misteri del venerdì santo e terminare con la processione del Cristo Morto del sabato prima di Pasqua.

 

Presepe

Nel centro storico di Castellaneta, durante il periodo delle festività natalizie si è soliti organizzare il presepe.

 

Informazioni Utili

Castellaneta si suddivide in due frazioni: Marina di Castellaneta e Gaudella. Il Codice di Avviamento Postale (CAP) è 74011 mentre il prefisso telefonico è lo 099. Il Codice Istat è 073003.

Il Comune di Castellaneta confina con Palagiano, Palagianello, Laterza, Mottola, Ginosa e con quello di Gioia del Colle (appartenente alla Provincia di Bari).

Il Santo Patrono di Castellaneta è San Nicola di Bari (si festeggia il 6 dicembre) mentre il compatrono è San Francesco da Paola (si festeggia la seconda domenica di maggio).

Come si chiamano gli abitanti di Castellaneta? Gli abitanti di Castellaneta si chiamano castellanetani.

 

Meteo

Castellaneta
nubi sparse
24.7 ° C
26.1 °
23 °
94 %
3.6kmh
40 %
Mar
31 °
Mer
28 °
Gio
28 °
Ven
30 °
Sab
31 °