Home Turismo Fragagnano, Cosa Vedere, Cosa Fare, Storia, Informazioni Utili e Meteo

Fragagnano, Cosa Vedere, Cosa Fare, Storia, Informazioni Utili e Meteo

Fragagnano.jpg

Il Comune di Fragagnano si trova in Puglia ed appartiene alla Provincia di Taranto. Ad oggi Fragagnano, che nel dialetto locale si pronuncia Fragnànu, vanta circa 5200 abitanti ed è uno dei sette comuni che vanno a formare le Terre del Mare e del Sole.

 

Storia

Le origini di Fragagnano sono davvero molto antiche. Alcuni reperti individuati sul monte Santa Sofia ci fanno capire che l’area era già abitata nel 3000 avanti Cristo. Parliamo di epoca neolitica e quindi della presenza di uomini preistorici che costruivano capanne circolari.

Dello stesso periodo storico sono anche i ritrovamenti individuati presso Contrada Cazzato e Contrada Pozzo Palo, poco distanti dal paese odierno. Durante gli scavi sono stati riportati alla luce diversi frammenti di ceramiche.

Siamo certi inoltre, che la zona fu abitata anche durante l’epoca greca. Il luogo, essendo elevato, poteva essere difeso facilmente. Inoltre la zona era provvista di acqua sorgiva. Erano quindi presenti tutte le condizioni ideali per la costruzione di un centro abitato.

Si pensa inoltre che, grazie alla sua posizione geografica strategica, la zona sia stata contesa a lungo. Basti pensare, per esempio, che si trovava a metà strada tra i greci della città di Taranto ed i messapi della zona di Manduria.

Purtroppo di quel tempo non è rimasto quasi nulla. Al momento la Sovrintendenza ai Beni Culturali sta cercando di decifrare eventuali avvenimenti osservando alcune pietre situate sul monte Santa Sofia.

In località Mancini, nella zona ovest dell’abitato odierno, nel 1905 fu ritrovato un piccolo ma importante tesoretto. Parliamo di alcune monete delle zecche di Taras, Metapontion e Thurii risalenti al 313 avanti Cristo. Tale tesoretto è quindi una conferma che nella zona di Fragagnano si è sviluppata una comunità della Magna Grecia.

Il nome odierno deriva da quello che gli fu dato dai Romani: Freganianus. Questo nome a sua volta deriva dal nome Freganius, un personaggio che per meriti militari o personali ebbe l’affidamento di tali terre. Nelle cartine geografiche del Settecento troviamo invece il nome Fregagnano.

Un’ulteriore conferma del passaggio storico dei Romani in questa zona arriva da un contadino che nel 1904, nei pressi di un monte, ritrovò quattro monete dell’epoca repubblicana. Queste monete sono oggi ben conservate presso il Museo Marta, il Museo Nazionale di Taranto.

 

Cosa Vedere

Chiesa Madre Santissima Maria Immacolata

Nel centro di Fragagnano è presente la chiesa più importante del borgo cittadino, la Chiesa Madre intitolata alla Santissima Maria Immacolata. Si tratta di una struttura che fu costruita a ridosso una chiesa ancora più vecchia. Ancora oggi è possibile notare alcuni particolari di quella vecchia struttura.

Al suo interno la chiesa è ricca di decorazioni, affreschi con pitture ad olio eseguiti nei primi anni del Novecento. Sui pennacchi sono presenti i quattro evangelisti, immortalati nel momento in cui stanno per comporre ciascuno le proprie scritture. Durante alcuni restauri sono stati portati alla luce quattro affreschi murali che rappresentano la vita di Sant’Antonio di Padova e San Francesco d’Assisi. Si presume che queste opere siano risalenti alla metà del Settecento.

In una delle cappelle è presente la tela della “Madonna del Rosario” il cui autore al momento resta ancora ignoto. Presso la Chiesa Madre Santissima Maria Immacolata sono custodite le reliquie del protettore di Fragagnano, Sant’Antonio di Padova e del beato Longo Bartolo.

 

Chiesa della Madonna del Carmine

Nel 1779 fu costituita la prima confraternita del Carmine di Fragagnano. Molto probabilmente nello stesso anno fu costruita una prima chiesa che, nel 1911 fu ricostruita e intitolata alla Madonna del Carmine. Ad oggi questa chiesa prende anche il nome di Madonna del Carmelo.

All’interno della Chiesa della Madonna del Carmine è possibile ammirare un’immagine della Vergine del Carmine con le anime del Purgatorio ed una tela di Giuseppe Sampietro che rappresenta, molto probabilmente, San Rocco.

 

Cappella della Madonna del Favore

Si trova poco distante dal centro abitato, verso ovest a circa un km lungo la strada provinciale che porta a Grottaglie. Secondo alcune fonti storiche, la Cappella della Madonna del Favore esisteva già nel 1577 in occasione della visita di Lelio Brancaccio, l’allora arcivescovo della città di Taranto. Si ipotizza però che questa cappella sia stata costruita molto prima al 1577, ci sono alcuni dettagli che fanno ipotizzare che esistesse già durante il periodo greco.

Ogni anno i cittadini di Fragagnano celebrano una processione per festeggiare la Madonna del Favore. Secondo la tradizione, la processione parte dalla Chiesa della Madonna del Carmine e arriva sino alla piccola Chiesa della Madonna del Favore.

 

Chiesetta Rupestre

Si tratta di una piccola chiesa di origine rupestre in stato di abbandono. Ricordiamo che è posta all’interno di un’area privata quindi per poterla eventualmente visitare si dovrà avere l’autorizzazione dei proprietari. Si trova sulla strada statale 7 ter, nella zona di via Cesare Battisti, ed è dedicata alla Vergine, proprio come intuibile dalla scritta, ormai quasi del tutto sbiadita, Ave Maria che è situata sull’arco della porta d’ingresso.

Al suo interno sono presenti dei riquadri con elementi decorativi ed un affresco che la Madonna a protezione della quotidiana vita agricola.

 

Edicole Votive

Passeggiando per la zona più vecchia di Fragagnano è possibile ammirare diverse edicole votive. Si tratta di piccoli vani, che possono avere forma semicircolare e ovale ma soprattutto rettangolare o a pianta quadrata presenti nella parete esterna degli edifici. Al loro interno vi è un’immagine sacra, dipinta sul legno o affrescata o una piccola opera dedicata alla religione realizzata con materiali modellabili, come per esempio la terracotta.

Le edicole votive furono costruite a vario titolo. Solitamente venivano implementate nella struttura esterna dell’edificio per devozione ma talvolta anche per ipotetici miracoli o per commemorare avvenimenti particolari. La maggior parte delle edicole votive che possiamo ammirare a Fragagnano sono rivolte al Santo Protettore del Paese, Sant’Antonio di Padova. Altre sono dedicate a San Giuseppe e altre invece alla Madonna.

 

Palazzo Baronale

È una delle architetture civili di Fragagnano che meriterebbe di essere ammirata. Il Palazzo Baronale è stato costruito intorno ad una torre di origine medievale con base quadra che era dotata di fossato intorno al perimetro e di un ponte levatoio. Il Palazzo Baronale è stato costruito in stile rinascimentale, da qui è possibile ammirare il territorio circostante, ricco di alberi di ulivo, sino ad arrivare ad ammirare il mare, ben visibile oltre le case del comune di Lizzano.

Il Palazzo Baronale di Fragagnano fu costruito nel 1587 ed è situato nel centro storico del Paese. Ad oggi si stima che sia il palazzo più antico del comune e si presume che sia stato edificato a scopo difensivo.

Nel Novecento il Palazzo Baronale diventa di proprietà della famiglia Tamborino Frisari di Maglie ma non verrà mai abitato. Una parte di esso fu utilizzata come stabilimento vinicolo e tutt’oggi è possibile vedere alcune cisterne scavate e cementate per contenere il vino prodotto.

Durante gli anni ’70 il Palazzo Baronale fu anche sede del Municipio, ad oggi è nuovamente disabitato.

Al momento è in studio la possibilità di aprire il piano terra e farlo diventare un Museo. Nel caso in cui il progetto dovesse andare in porto sarà possibile ammirare diversi reperti archeologici che ora sono presenti al Museo MarTa di Taranto.

 

Palazzo Marchesale

Nel 1701 il Marchese Francesco Maria dell’Antoglietta desiderò questo palazzo che fu edificato lungo l’attuale Piazza Regina Elena.

Il Palazzo Marchesale si trova quasi di fronte al Palazzo Baronale, è imponente ed elegante. Fu dimora dei marchesi sino al 1797, sino a quando le proprietà furono trasferite alla famiglia Carducci Agustini di Taranto.

 

Cosa Fare

Fragagnano è un paese ricco di eventi, alcuni sono relativi ad antiche tradizioni popolari, altri invece sono stati introdotti sono da alcuni anni.

 

Presepe Vivente

Durante il periodo di Natale, il Comitato Presepe Vivente di Fragagnano organizza appunto il Presepe Vivente. Un appuntamento da non perdere, soprattutto molto bello per i più piccoli.

 

Premiazione Presepi di Quartiere

A gennaio, durante la festa della befana, l’Epifania, vi è la premiazione dei presepi di quartiere. Si tratta quindi della premiazione dei presepi che sono stati creati dai cittadini di Fragagnano.

 

Carnevale

L’Associazione Fragagnano in Maschera a partire dal 2010 si occupa dell’organizzazione del carnevale. Ci sono sfilate di carri e di maschere.

 

Fiera Agricola

È una fiera che si svolge il 13 ed il 14 marzo. C’è una grande esposizione dei prodotti artigianali locali oltre che all’attrezzatura meccanica che col tempo ha sostituito il lavoro degli animali nei campi.

 

Festa di San Giuseppe

La Festa di San Giuseppe si festeggia il 19 marzo. A mezzogiorno nella piazza principale di Fragagnano vi è l’esposizione delle famose “Tavole di San Giuseppe”. Si tratta di tavole ricche di cibo che viene donato ai poveri dopo la benedizione.

In serata è possibile assaggiare un piatto tipico del luogo, la “massa”. Si tratta di pasta, per la precisione di fettuccine fatta in casa, condita con olio d’oliva fritto e del pepe.

 

Processione dei Misteri

Il Giovedì Santo, quello antecedente alla Santa Pasqua, vi è la Processione dei Misteri e l’adorazione dei sepolcri. Quest’ultimi sono allestiti nelle due chiese di Fragagnano.

 

Santo Rosario per la Vergine Maria

Durante il mese di maggio, dedicato alla Madonna, si celebra la Vergine Maria con quindici altarini votivi che vengono disposti per le vie del paese. I cittadini si riuniscono ogni pomeriggio per il Satno Rosario.

 

Processione Corpus Domini

Durante il mese di giugno si celebra la Solennità del Corpus Domini. Tale celebrazione avviene tramite una processione che attraversa le principali strade di Fragagnano che, per l’occasione, vengono riempite di fiori.

 

Giochi di Rione

È una festa che viene curata dall’Associazione Terra Nostra. Durante il mese di giugno si svolgono i Giochi di Rione dove i quattro rioni di Fragagnano (Solis Ardentius, Monte Santa Sofia, Castello e Critazzi) si contendono il palio. Ad oggi il rione che vanta più vittorie è quello di Monte Santa Sofia. Finiti i giochi vi è la rappresentazione del “Transito di Sant’Antonio”.

 

Festa Patronale

Il Santo Patrono di Fragagnano è Sant’Antonio di Padova. La festa patronale si svolge l’11, il 12 ed il 13 agosto.

Contrariamente a quanto si possa immaginare, la festa di Sant’Antonio di Padova non si svolge come di consueto il 13 giugno. I festeggiamenti vengono fatti ad agosto perchè in quel periodo la maggior parte dei fragagnanesi che per lavoro erano emigrati rientravano in paese.

 

Settembre Fragagnanese

Durante il mese di settembre sono diverse le iniziative di tipo culturale che vengono svolte all’aperto. Il paese si riempie spesso di concerti e serate danzanti, sia nelle piazze del paese che presso il Parco Schiavoni.

 

Informazioni Utili

Il Comune di Fragagnano si trova a 140 metri sul livello del mare. Il CAP (Codice Avviamento Postale) è 74022 mentre il prefisso telefonico è lo 099. Il Codice Istat è 073006.

Fragagnano confina con i comuni di Sava, San Marzano di San Giuseppe, Carosino, Lizzano, Grottaglie, Monteparano e con il Comune di Taranto.

Come si chiamano gli abitanti di Fragagnano? Gli abitanti di Fragagnano si chiamano fragagnanesi.

 

Meteo

Fragagnano
cielo coperto
27 ° C
27.2 °
26.7 °
47 %
7.7kmh
100 %
Ven
26 °
Sab
28 °
Dom
28 °
Lun
29 °
Mar
28 °